+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

PIANTE ESTERNO MEDITERRANEE

La Mimosa è originaria del continente australiano; in Italia resistono bene nei climi temperati del centro sud, ma si possono coltivare anche sulle coste dei grandi laghi del nord, ove possono beneficiare di temperature più miti. Il terreno ideale per la fioritura è quello tendenzialmente acido, con una buona struttura, che assicura una buona umidità, ma allo stesso tempo un buon drenaggio. Si consiglia di apportare sostanza organica (humus) periodicamente (una volta l’anno); nelle zone più fredde può essere coltivata in serra con l’accortezza di non far scendere la temperatura al di sotto degli 0 gradi.

La Carissa macrocarpa (o grandiflora) appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è originaria delle regioni sub-tropicali del SudAfrica. Per questa ragione è nota anche come Prugna del Natal (dal nome di una provincia sudafricana). E’ un arbusto sempreverde spinoso che produce foglie ovali e carnose di colore verde lucido e dei bellissimi fiori profumati bianco candido a forma di stella. Come tutte le piante della sua famiglia è velenosa, ma ha la particolarità di generare frutti a forma di piccole uova di color rosso bruno perfettamente commestibili una volta maturi.

Appartiene alla famiglia delle Compositae ed è originaria dell’Africa meridionale. L’Euryops è un arbusto perenne e sempreverde caratterizzato dalla fioritura abbondante e invernale. Cespuglio molto folto, con foglie argentate, produce grandi fiori di colore giallo, simili a margherite gialle e può essere facilmente impiegato per adornare giardini e aiuole, creando una “voluminosa” macchia di colore giallo anche durante l’inverno.

L’olivo è la pianta tipica dell’agricoltura antica delle regioni mediterranee, è di tipo sempreverde, la sua crescita è molto lenta e la sua caratteristica principale è quella di essere molto longeva. Ci sono molte varietà di olivo che sono tenute in continuo monitoraggio per la loro capacità di resistenza al freddo invernale. Il clima ideale per la coltivazione è un clima mite, con temperature minime comunque non inferiori a 8-10° C sotto zero. I suoi caratteristici frutti iniziano ad apparire ad inizio autunno.

Il rosmarino è un arbusto perenne sempreverde e cespuglioso, unico rappresentante del suo genere nella famiglia delle Labiatae: è originario di tutto il bacino del Mediterraneo, in particolare delle zone costiere. Lo si ritrova, allo stato spontaneo, principalmente su terreni aridi e soleggiati. Entra a far parte della macchia mediterranea, colonizzando scogliere e anfratti tra le rocce. È diffuso dal livello del mare fino a 650 metri di altitudine. Sulle isole, specie in Sardegna e in Corsica, può essere rinvenuto anche fino a 1500 metri sul livello del mare.
La fioritura si ha in primavera (con fiorellini blu-viola), è una pianta molto rustica ma teme le gelate prolungate

La Vite Comune è un arbusto rampicante appartenente alla famiglia Vitaceae: ha fusti che, lasciati allungare, arrivano anche a una decina di metri di lunghezza. Il tronco ha corteccia di colore marrone scuro, che si stacca in strisce longitudinali; i rametti giovani, spesso pelosi, hanno dalla parte opposta alla foglia un ricciolo flessibile (il viticcio) che permette alla pianta di attaccarsi ai sostegni. Resiste bene alla siccità, ma non al gelo.

La Wisteria, nota con il nome comune di Glicine è una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle Fabaceae e originaria della Cina e del Giappone. Presenta foglie verde chiaro e si sviluppa avvolgendosi su qualsiasi sostegno, letteralmente colonizzando ringhiere e pergolati. E’ caratterizzata da un’abbondante e vistosa fioritura a grappolo pendente di colore lilla/viola (lunghi anche 20cm) che sboccia lungo tutta la lunghezza dei rami e rilascia un gradevole profumo.