+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

PIANTE ESTERNO MEDITERRANEE

Appartenente alla famiglia delle Fabaceae, l’Handerbergia è originaria dell’Australia. E’ una pianta sempreverde rampicante, dal fusto legnoso e fioritura riunita in infiorescenze di colore lilla, bianco, rosa a partire dalla primavera. Resistente al freddo, non necessita di irrigazioni abbondanti, predilige esposizioni soleggiate.

Appartenente alla famiglia delle Verbenaceae, originaria dell’America centro-meridionale, la Lantana è un arbusto perenne e cespuglioso che presenta foglie verde intenso, rugose e dentellate che, se spezzate, emanano un inconfondibile aroma. La varietà Sellowiana ha un portamento ricadente e foglie più piccole. Durante tutta l’estate, fino all’autunno la Lantana produce dei fiori tubulosi riuniti in corimbi, caratterizzati dalla particolarità di cambiare tonalità durante la fioritura, risultando, così, multicolore (anche se ne esistono varietà monocromatiche). Dopo la fioritura, compaiono delle bacche velenose quando ancora acerbe, ma commestibili una volta mature.

Originaria del bacino del Mediterraneo, ma diffusa anche nelle Indie e in alcune isole atlantiche, la Lavanda è una pianta erbacea perenne e sempreverde, appartenente alla famiglia delle Labiatae. Le foglie, strette e allungate terminano con un’inflorescenza a forma di spiga di colore viola/porpora all’interno di cui si trovano le ghiandole contenenti l’olio aromatico base per la produzione di varie fragranze impiegate nella cosmesi e, anche, come spezia in cucina. La varietà Stoechas ha foglie leggermente argentate e produce fiori più grandi di colore porpora scuro, sormontati da un caratteristico ciuffo di brattee viola.

Appartiene alla famiglia delle Myrtaceae ed è un arbusto sempreverde originario del continente australiano e della Nuova Zelanda. Il Leptospermum ha piccole foglie verde intenso, ricche di oli essenziali (se schiacciate rilasciano un gradevole odore) e produce fiori a forma di calice a cinque petali di colore rosa o bianco a cui seguono i frutti, piccole bacche legnose. E’ conosciuto anche come Manuka o “l’albero del thè” (varietà “Petersonii”) per la sua particolare fragranza simile a quella del limone: viene, infatti, utilizzato per insaporire proprio gli infusi di thè, mentre i suoi fiori sono impiegati nell’industria della produzione di miele.

Il Limone è una pianta da frutto originaria dell’India e Indocina, ma ormai diffusa in tutto il mondo (le regioni mediterranee e tropicali del Sud America sono quelle con la maggior produzione). Appartiene alla famiglia delle Rutaceae e ha foglie ovali di colore verde intenso da un lato e più chiare sull’altro. Produce piccoli fiorellini profumati bianchi con il bordo violetto da cui nascono, poi, i caratteristici frutti rotondi (o oblunghi), verdi quando acerbi e gialli una volta maturi, dall’inconfondibile sapore acidulo. Oltre che come pianta ornamentale (si presta a diversi portamenti, dall’alberello alla spalliera), è impiegata nell’industria alimentare dove dai suoi frutti vengono prodotte confetture, infusi e/o liquori.

La Lippia Citriodora, appartiene alla famiglia delle Verbenaceae,  è una pianta aromatica che al solo sfiorarla diffonde nell’aria un fragrante e inconfondibile profumo di limone. Come tutte le aromatiche, mal sopporta i ristagni di acqua ma allo stesso tempo necessita di irrigazioni abbondanti.  La fioritura avviene da giugno ad agosto, nei climi miti anche fino all’inizio dell’autunno.

Originario dell’Asia e appartenente alla famiglia delle Hamamelidaceae, il Loropetalum ha portamento allargato, con fusto densamente ramificato, e rami con sviluppo prevalentemente orizzontale; nell’arco di alcuni anni possono raggiungere i 2-3 metri di altezza. Va anche sottolineato che sia l’emissione delle foglie, sia la fioritura in questa pianta avvengono piuttosto precocemente: ciò la rende doppiamente preziosa visto che dona colore e vivacità in un momento in cui gli altri vegetali risultano ancora pressoché spogli.

E’ una pianta rampicante sempreverde appartenente alla famiglia delle Apocinaceae e originaria dell’America meridionale. La Mandevillea Suaveolens somiglia vagamente alla Dipladenia, ma se ne differenzia per le foglie molto più grandi, rugose (particolarmente evidente nella varietà “Alice du Pont”) e dal colore verde ancor più brillante. Si distingue anche per le dimensioni dei fiori, anch’essi molto più grandi e leggermente profumati.

Appartenente alla famiglia delle Myrtaceae, è un arbusto sempreverde originario delle regioni dell’Europa mediterranea (molto diffuso in Sardegna e Corsica). Caratterizzato da foglie lanceolate molto piccole e di colore verde intenso che gli conferiscono una accentuata uniformità e compattezza, il Mirto produce fiori bianchi e profumati dai quali derivano le bacche, di colore tipicamente nero/azzurrastro, usate per ottenere l’omonimo liquore.

L’olivo è la pianta tipica dell’agricoltura antica delle regioni mediterranee, è di tipo sempreverde, la sua crescita è molto lenta e la sua caratteristica principale è quella di essere molto longeva. Ci sono molte varietà di olivo che sono tenute in continuo monitoraggio per la loro capacità di resistenza al freddo invernale. Il clima ideale per la coltivazione è un clima mite, con temperature minime comunque non inferiori a 8-10° C sotto zero. I suoi caratteristici frutti iniziano ad apparire ad inizio autunno.

Appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è originario del bacino orientale del Mediterraneo e dell’Asia. L’Oleandro è un arbusto sempreverde che cresce spontaneo lungo la costa e i corsi d’acqua. Ha foglie lunghe e appuntite di colore verde scuro e produce grandi fiori tubolari a cinque petali rosso, rosa o bianco. Dopo la fioritura maturano i frutti (assolutamente non commestibili) a forma di baccello allungato, all’interno dei quali si trovano dei semi piumosi.

Cactacee sempreverde dal fusto eretto, possono raggiungere diversi metri di altezza. Le foglie, dette Pale, hanno forma ovale e sono ricoperte di piccole spine: sulla punta di queste pale, in primavera, fuoriescono i fiori (giallo-rossi), che poi si trasformano in frutti. Necessità idriche scarse, resistono anche a inverni rigidi. La fioritura inizia in estate e dura fino all’autunno.

L’Ortensia è un arbusto perenne appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae e originario dell’Asia orientale (Cina e Giappone) e dell’America del nord. Conosciuta in tutto il mondo per la sua straordinaria fioritura, presenta ampie foglie dentellate di colore verde scuro e produce una grande inflorescenza a palloncino (fino a 20 cm di diametro) composta da moltissimi piccoli fiori di svariati colori, dal bianco al rosa, al lilla fino al blu. La colorazione dei fiori, peraltro, può essere influenzata dalla reazione della pianta al tipo di terreno; una maggiore acidità porta a fiori tendenti al blu, mentre in terreni basici o alcalini si avranno fiori tendenti al rosa.

Pianta rampicante sempreverde dalla crescita vigorosa, si sviluppa rapidamente. Dalla primavera inoltrata fino a fine estate producono numerosi fiori rosa a forma campanulata. Per far sviluppare al meglio la Pandorea Jasminoides è bene porre a dimora in luogo soleggiato, o anche semi ombreggiato. Teme gelate intense, ed è quindi consigliabile porle a dimora in posizione riparata dal vento.

Il genere Passiflora (che significa letteralmente Frutto della Passione) conta centinaia di specie di piante rampicanti, e arbusti, la gran parte delle quali sono originarie dell’America meridionale. Raggruppa oltre cinquecento specie di sempreverdi, e la temperatura minima invernale di coltivazione non deve essere minore di 5 gradi e deve essere garantita una forte luminosità per favorire la fioritura. Fondamentali devono essere anche le innaffiature: costanti e frequenti durante tutto l’anno, tranne che in inverno, specie se rigido. In Europa si coltivano prevalentemente le specie rampicanti, la più diffusa è sicuramente Passiflora cerulea, con i tipici fiori bianchi e azzurri. I fiori sbocciano in successione per tutta la bella stagione, attirano farfalle e api, e in estate lasciano il posto a piccole bacche di forma ovale, commestibili in alcune specie.

Il Plumbago è un arbusto sempreverde originario delle regioni temperate dell’Asia e del Sud America (varietà “Capensis” o “Auricolata”) e appartiene alla famiglia delle Plumbaginaceae. Ha un portamento tendenzialmente rampicante, presenta piccole foglie ovali di colore verde chiaro e produce caratteristici fiori azzurri (per questa ragione è comunemente conosciuto anche come “Gelsomino azzurro”, esiste, però, una varietà a fiore rosso, “Plumago Indica” o “Rosea”) raccolti in grandi spighe terminali.