+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

PIANTE ESTERNO PERENNI

Il genere Agaphantus comprende piante perenni, originarie del sud Africa, molto facili da coltivare che producono spettacolari fioriture per tutto il periodo estivo. I fiori dell’ Agaphantus sono campanulati e riuniti in infiorescenze per lo più di colore blu, anche se esistono varietà a fiori bianchi. E’ importante sapere, al momento dell’acquisto, se si tratta di una specie a foglia decidua o perenne in modo da rendersi conto delle esigenze colturali della pianta per sistemarla nel modo giusto in quanto sono piante che non amano essere maneggiate. L’ Agaphantus a foglia perenne possono invece essere tenuti all’aperto durante l’inverno solo nelle zone dove le gelate siano poco frequenti. Fino al momento in cui non saranno comparsi i primi germogli, il vaso con la pianta va tenuto in un luogo riparato e va annaffiato con moderazione. Durante questo periodo è opportuno anche concimare ogni due/tre settimane usando un fertilizzante liquido diluito nell’acqua di irrigazione.

Appartenente alla famiglia delle Campanulaceae e originaria dell’Europa, nord America e Asia, la Campanula “Victoria – Portenschlagiana” è una pianta perenne che produce un folto cespuglio che si ricopre di fiori di colore viola/lilla a forma di campanellino. Particolarmente adatta a decorare giardini, è famosa per i fiori più grandi del normale e per la fioritura decisamente duratura.

La Canna indica (conosciuta anche come achira, achera, sagú, capacho, biri, cucuyús, juquián o papantla) è una pianta perenne appartenente alla famiglia della Cannaceae nativa dei Caraibi e delle aree centrali dell’America. Si tratta di una pianta provvista di tubero la cui bellezza sono le foglie molto grandi lunghe fino a 60 cm e guinanti alla base. I fiori sono riuniti in spighe apicali di colore rosso, giallo, salmone, a seconda dell’ibrido: esprime tutta la sua bellezza solo se allevata all’aperto. Solo alcune varietà nane che non superano di 70 cm di altezza possono essere coltivate con successo anche in appartamento.

Appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, la Clematis costituisce un genere di circa 250 specie di piante erbacee o legnose, rampicanti a foglie caduche o sempreverdi, rustiche e non. Durante i mesi freddi gran parte delle specie perde il fogliame. I colori del fiore sono i toni del rosa, del blu e del viola; esistono specie a fiore giallo e bianco. Le clematidi sono piante diffuse in natura anche in Europa e in Italia. Resistono bene al freddo (in inverno tendono a perdere tutte le foglie) e la loro fioritura è resistente e duratura (fino ad estate inoltrata).

Appartenente alla famiglia delle Aizoaceae, originaria del Sudafrica, il Delosperma è una pianta succulenta nana molto ramificata che produce abbondanti fiori, simili a piccole margherite, di colore rosso, giallo e bianco che sbocciano con la luce del sole e si chiudono col buio. Le foglie sono carnose, sottili e allungate, anche se la vegetazione non raggiunge mai dimensioni eccessive, rendendosi ideale per bordure a lunga fioritura e molto resistenti. La varietà “Cooperi” è famosa per essere perenne e per i suoi caratteristici fiori grandi e di color fucsia.

La pianta di Fragola è una pianta perenne di origine tipicamente Europea (precisamente delle regioni Siberiane) appartenente alla famiglia delle Rosaceae. Nota per la produzione del suo caratteristico frutto carnoso rosso intenso, si presta anche a essere una piccola (mai più alta di 20-30cm) pianta ornamentale con ampie foglie ovali di colore verde brillante e fiori a cinque petali bianchi o rosa.

La Gardenia è una pianta originaria dell’Asia e delle regioni tropicali dell’Africa meridionale, appartenente alla famiglia delle Rubiaceae. E’ una pianta ornamentale sempreverde simbolo di eleganza, grazie al suo folto apparato fogliare verde lucido e agli splendidi fiori bianco candido dalla consistenza vellutata e dal profumo dolcissimo.

Appartenente alla famiglia delle Onagraceae, la Gaura è una pianta perenne originaria dell’America settentrionale (principalmente Texas). Date le sue origini è particolarmente rustica e resistente. Produce un fitto cespuglio di foglie verde/rossastro da cui si ergono i sottili fusti che portano i fiori a quattro petali, simili a orchidee, di colore rosa o bianco, con stami giallo.

E’ un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Malvaceae e originario dell’Asia (Hibiscus Rosa-Sinensis), ma diffuso in tutta Europa e nelle zone tropicali d’America. Presenta ampie foglie frastagliate verde lucido e produce i caratteristici splendidi fiori imbutiformi a cinque petali, molto grandi e coloratissimi, dal bianco al rosa pallido, al giallo, arancio/salmone, sino al classico rosso intenso. Nella gola centrale del fiore, solitamente di colore diverso (in contrasto) rispetto ai petali, si trova il grande stame.

Pianta succulenta sempreverde della famiglia delle Aizoaceae e originaria del Sud Africa, il Lampranthus è un cespuglio caratterizzato da foglie lunghe, sottili e carnose di colore verde scuro con rami prostrati all’apice dei quali sbocciano i fiorellini a forma di margherita di colore giallo/arancio. E’ una pianta particolarmente adatta a creare “macchie colorate” all’interno dei giardini.

Il Lotus è un genere di piante erbacee della famiglia delle Fabacee (o Leguminose), che comprende oltre un centinaio di specie. Le specie del genere Lotus sono quasi tutte erbe perenni. Tipicamente hanno foglie composte trifoliate, alla cui base sono presenti due grosse stipole, che producono l’impressione di foglie composte da cinque foglioline anziché tre, com’è in realtà. Alcune specie, peraltro, hanno veramente foglie composte da più di tre foglioline (imparipennate), fino a una quindicina. I fiori, irregolari, con tipica corolla papilionacea, sono quasi sempre gialli, ma possono avere sfumature rosse. Sono raccolti in piccole infiorescenze composte da 3-10 fiori. Il frutto è un legume.

Appartenente alla famiglia delle Aizoacee, originario dell’Africa meridionale, il Mesembryanthemum è una pianta perenne succulenta che produce fiori variamente colorati, simili a piccole margherite. Le foglie robuste e carnose contengono, invece, una linfa molto viscosa che conferisce alla pianta un aspetto molto resistente e compatto.

È nota nelle diverse regioni con diversa denominazione: in italiano come porcellana, procaccia, purselana (Liguria), erba grassa (Lombardia), barzellana (Sardegna). Era conosciuta come pianta medicinale già nell’antico Egitto e le sue origini sono probabilmente asiatiche. Ha fusti rossastri, carnosi, molto ramificati, e portamento prostrato, che la rende un’ottima pianta tappezzante: da giugno fino primi freddi autunnali sull’apice dei rami sbocciano numerosi fiori a rosellina, con i petali dall’aspetto stropicciato, che si chiudono con il buio. necessita di esposizioni soleggiate ed innaffiature regolari

E’ riconosciuta da sempre come la regina dei fiori, dai moltissimi significati in base alle tradizioni locali e ai colori del fiore. La pianta di Rosa appartiene alla famiglia delle Rosaceae ed è originaria delle zone temperate di Europa e Asia (la varietà “Kordana” o “mini” proviene dalla Cina). E’ un arbusto spinoso dal portamento eretto (ma può essere anche coltivata come rampicante con l’ausilio di spalliere o piramidi) che presenta piccole foglie seghettate di colore verde scuro e produce il caratteristico fiore dai molti petali vellutati e dai colori brillanti, bianco, giallo, arancio, rosa, rosso, screziato. In molte varietà i fiori sono profumati, la varietà “Kordana” si distingue, invece, per i fiori leggermente più piccoli, ma per la fioritura molto più abbondante e duratura rispetto alle altre cultivar. Per le sue caratteristiche, oltre che come pianta ornamentale, il fiore di Rosa viene anche impiegato essiccato per produrre infusi ed oli essenziali utilizzati in cosmesi.

La specie Campsis grandiflora (sinonimi Bignonia grandiflora, Campsis chinensis, Tecoma grandiflora) originaria del Giappone e della Cina è una pianta abbastanza delicata che non sopporta molto bene le basse temperature invernali e non è particolarmente rustica. Ha uno sviluppo che può diventare imponente. Fiorisce all’inizio dell’estate (giugno) e per tutto il periodo estivo (settembre). Devono essere messe a dimora in pieno sole e innaffiate regolarmente

La rapidità di crescita e la fioritura sin dal primo anno rendono la Thunbergia adatta ad essere coltivata come annuale. Dalla primavera inoltrata fino ai primi freddi produce piccoli fiori caratterizzati dal centro di colore scuro. La sua posizione ideale è in pieno sole. Possono sopportare temperature abbastanza basse, intorno ai -5/-6°C, per brevi periodi di tempo.