+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

PIANTE ESTERNO STAGIONALI

Il capsicum, come il più noto peperone, appartiene famiglia delle Solanaceae. È una pianta originaria delle Americhe ma attualmente coltivata in tutto il mondo. Comprende circa 50 specie fra perenni e annuali. Le piante si presentano sotto forma di cespugli con foglie di colore verde chiaro, alti da 40 a 80 cm a seconda della specie. Anche la resistenza al clima freddo e caldo varia a seconda della varietà, e la fruttificazione avviene dall’estate fino all’autunno.

Dei piccoli soli splendenti, ecco l’impressione che danno le coreopsis, estremamente facili da coltivare, sia in vaso che in giardino. Esistono molte specie di coreopsis ma le più diffuse sono le Coreopsis Grandiflora e le Coreopsis Lanceolata. Originarie dell’America del nord, anche se perenni tendono a seccare completamente in inverno, per poi rispuntare all’inizio della primavera. Prediligono posizioni soleggiate e non temono il freddo.

La Cuphea, originaria di Messico, Perù e America centro-meridionale, produce curiosi fiori tubolari, rossi o rosa, di lunga durata: coltivata per lo più come pianta per l’esterno, forma fitti cespugli molto decorativi alti all’incirca 80 cm (30 cm le varietà nane). La sua fioritura è ideale per un terrazzo estivo nel quale si desidera inserire qualcosa di nuovo. Teme il freddo ed il caldo eccessivi, necessita di abbondanti innaffiature durante l’estate.

Appartiene alla famiglia delle Caryophyllaceae ed è originario dell’Asia. Come tutti i Dianthus è una pianta perenne, ma si distinge per le foglie più sottili e di colore più chiaro e per i fiori dentellati ed esclusivamente rosa che sbocciano continuamente fino alla fine dell’estate.

Il girasole appartiene alla famiglia delle Asteraceae, è originario dell’America centro-meridionale (Perù e Messico), ed è diffuso in Europa sin dal medioevo. Questa pianta, che deve il suo nome al caratteristico comportamento eliotropico in cui l’inflorescenza è sempre orientata verso il sole, presenta un lungo fusto robusto con foglie ampie e rugose e fiori a capolino giganti con petali gialli e disco scuro. Oltre che come pianta ornamentale è noto il suo impiego per la produzione di olio vegetale dai suoi semi.

E’ una pianta sempreverde, originaria delle zone montagnose degli Stati Uniti. I fiori sbocciano in primavera su fusti al centro del fogliame carnoso raggruppato in una densa rosetta: sono striati, piccoli, belli e presentano sfumature di rosa, rosso e arancione. Appartenente alla famiglia delle Portulacacea, è coltivata per la sua splendida fioritura sia in vaso sia a dimora nei giardini rocciosi. Fioritura primaverile, predilige posizioni soleggiate e non necessita di abbondanti innaffiature.

E’ sicuramente la pianta più diffusa nelle campagne e nei prati di tutto il mondo. La Margherita comune è una perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae ed è orginaria delle Isole Canarie. Presenta un folto cespuglio ben ramificato e produce il classico fiore a capolino con il disco centrale giallo e i petali binchi (ma esistono varietà ibride con petali colorati, giallo, rosa o azzurro). Grazie alla sua fioritura abbondante e duratura, è l’ideale per realizzare bordure e decorare angoli di giardini.

Appartenente alla famiglia delle Liliaceae e originario dell’Europa meridionale e l’Asia occidentale, l’Ornithigallum è una pianta bulbosa perenne a portamento eretto. Ha lunghe foglie di colore verde brillante e produce una caratteristica inflorescenza a pannocchia composta da molti piccoli fiori a cinque petali arancione (esiste anche la varietà “Arabicum” a fiore bianco) che ricorda, appunto, una cresta di gallo.

Pianta originaria dell’Africa e del Medio Oriente, la pentas lanceolata è molto diffusa in coltivazione. È una pianta perenne, che fiorisce per un lungo periodo di tempo nelle giuste condizioni climatiche; se il caldo è sufficiente comincia a fiorire a fine inverno e la fioritura si protrae sino all’autunno. Come accade per altre piante, la pentas è molto adatta al giardino delle farfalle, ovvero la sua fioritura attira numerose farfalle, api ed altri insetti utili. Predilige posizioni soleggiate, resiste bene al caldo. Richiede innaffiature regolari.

La potunia (dalla fusione delle parole vaso, in inglese “pot” e “petunia”) è un ibrido nato in Germania dalla recente sperimentazione botanica sulla più comune petunia. Con la “madre” condivide pertanto l’origine geografica Centro e Sud americana e l’appartenenza alla famiglia delle Solanacee. Si differenzia, però, per il portamento decisamente più compatto e arrotondato, per la fioritura molto più abbondante e per i moltissimi colori, più intensi e in alcuni casi sfumati, dei suoi caratteristici fiori a trombetta. Anche le foglie, pelose e leggermente appiccicose come nelle petunie, si distinguono per essere profumate.

Appartenente alla famiglia delle Campanulaceae e originario dell’Asia , il Platycodon, conosciuto anche come “Campanula grandiflora” o “Campanula giapponese”, è un arbusto perenne che ha un folto cespuglio con foglie ovali, leggermente dentellate, di colore verde lucido. Produce grandi boccioli a forma di palloncino da cui sbocciano i fiori blu, bianco e, raramente, rosa. E’ caratterizzata da un’abbondante fioritura estiva e, quindi, è ideale per garantire colore nei giardini nei periodi meno “fioriti” dell’anno.

Appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, il Ranuncolo è un fiore semplice ma elegante proveniente dall’Asia. E’ molto ricercato per l’epoca di fioritura, che è una delle prime: fiorisce in tardo inverno o agli inizi della primavera. I ranuncoli che si trovano più facilmente in commercio sono i “orientalis”. Generalmente prediligono ambienti umidi e i loro petali variano dal bianco al giallo intenso.

Originaria del Messico, la Sanvitalia (Sanvitalia procumbens) è una pianta annuale adatta alle bordure e al giardino roccioso, che per tutta l’estate e fino all’autunno inoltrato produce innumerevoli fiorellini gialli.

La Surfinia è un ibrido nato in Giappone dalla sperimentazione botanica sulla più comune Petunia. Della “madre” condivide, pertanto, l’origine geografica Centro e Sud americana e l’appartenenza alla famiglia delle Solanacee. Si differenzia, però, per il portamento ricadente e per le dimensioni molto più grandi dei fiori e per i colori più intensi. Il fogliame è comunque ricoperto di peluria e leggermente appiccicoso e la caratteristica inflorescenza a trombetta sboccia solo alle estremità dei rami pendenti.

La Vinca (o Pervinca) è una pianta erbacea perenne originaria dell’Europa (molto diffusa proprio in Italia) e appartiene alla famiglia delle Apocynaceae. Può essere coltivata sia a portamento eretto, che ricadente (Vinca c.d. “Mediterranea”, a dimora in basket) e ha un folto cespuglio di foglie ovali allungate di colore verde lucido. Produce moltissimi fiorellini delicati a cinque petali color pastello, dal bianco, al rosa, al rosso, al lilla sino al viola.

Appartenente alla famiglia delle Violaceae e originaria dell’Europa e dell’America, la Violetta è una piccola pianta perenne nota per i suoi piccoli fiori dai moltissimi colori, bianco, giallo, arancio, rosso, lilla, viola o bicolore screziato. E’ un cespuglio di colore verde chiaro con foglioline rotondeggianti. Le tonalità dei colori sono varie ed esistono pure alcune varietà (“Viola del pensiero” o di “San Giuseppe”, per le tonalità che ricordano quelle del mantello del Santo) con i petali con una macchia di colore scuro all’interno. In zone a clima mite, la fioritura può essere forzata e avviene in autunno, fino all’inverno.