+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

Prodotti

L’aloe vera è una pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Aloeaceae. La pianta si caratterizza per delle foglie lanceolate di 40-60 centimetri, disposte a ciuffo, dall’aspetto particolarmente carnoso. Il clima ideale è quello mediterraneo, caldo, tipico dell’estate. L’aloe ama infatti temperature anche afose, nonché un ambiente preferibilmente secco. Per questo motivo, l’esposizione diretta al sole è molto importante per la crescita della pianta. Il terreno ideale è quello ben drenato; le esigenze di annaffiatura, nonostante l’interno acquoso della pianta, sono molto ridotte.

Appartenente alla famiglia delle Rutaceae, originario del Sud-Est asiatico, è una pianta sempreverde dai  fiorellini bianchi profumati, con frutti decorativi tondeggianti di colore arancione. Predilige posizioni soleggiate ed irrigazioni frequenti: i frutti delle piante ornamentali non sono commestibili

Originarie dell’India, della Cina e del Giappone, durante i mesi freddi dell’anno producono numerosi fiori abbastanza grandi. La più diffusamente coltivata è Camelia Japonica, che fiorisce da gennaio fino all’inizio della primavera. I fiori delle camelie hanno colore rosa o bianco, ma esistono alcune varietà a fiore rosso e pochissime varietà a fiore giallo; in genere alternano anni con fioriture eccezionali ad anni con pochi fiori. Sono arbusti molto longevi, e con il passare degli anni possono raggiungere dimensioni ragguardevoli, fino a 6-7 metri di altezza. Le camelie sono piante mediamente rustiche. Di regola dovrebbero resistere agevolmente fino almeno a -15°C, specialmente se coltivate in piena terra. Si possono avere problemi invece con piante coltivate in vaso, perché il freddo potrebbe danneggiarne le radici.

La Carissa macrocarpa (o grandiflora) appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è originaria delle regioni sub-tropicali del SudAfrica. Per questa ragione è nota anche come Prugna del Natal (dal nome di una provincia sudafricana). E’ un arbusto sempreverde spinoso che produce foglie ovali e carnose di colore verde lucido e dei bellissimi fiori profumati bianco candido a forma di stella. Come tutte le piante della sua famiglia è velenosa, ma ha la particolarità di generare frutti a forma di piccole uova di color rosso bruno perfettamente commestibili una volta maturi.

E’ una pianta che viene da lontano: è originaria dell’Australia ma si adatta bene al nostro clima mediterraneo. La Grevillea appartiene alla famiglia delle Proteaceae, fiorisce in primavera e presenta fiori dal lungo calice che si sviluppano in riccioli colorati da cui spuntano piccoli stomi flessi e un unico pistillo. Esistono diverse specie di Grevillea, alcune possono essere anche coltivate in zone costiere in quanto riescono a sopportare la salsedine marina. Nella maggior parte delle specie i fiori sono molto nettariferi per cui sono ottime piante per attirare insetti ed uccelli.

Appartenente alla famiglia delle Fabaceae, l’Handerbergia è originaria dell’Australia. E’ una pianta sempreverde rampicante, dal fusto legnoso e fioritura riunita in infiorescenze di colore lilla, bianco, rosa a partire dalla primavera. Resistente al freddo, non necessita di irrigazioni abbondanti, predilige esposizioni soleggiate.

Appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, originaria dell’Europa meridionale e dell’Asia occidentale, l’Iberis è una pianta erbacea perenne che presenta foglie ovali e cuoiose di colore verde scuro. Produce delicati fiori bianchi, gialli o rosa, raccolti in mazzetti che riempiono il cespuglio rendendo la pianta ideale per bordure e decorazioni di giardini rocciosi.

Appartenente alla famiglia delle Campanulaceae e originaria dell’Africa e Asia, la Lobelia è una pianta perenne coltivata, oggi, principalmente in Europa e utilizzata per le bordure, grazie alla sua fioritura abbondante e duratura, dal particolare colore blu elettrico. Si presenta come un fitto cespuglio di piccole foglie verde scuro e produce i caratteristici fiorellini bilabiati nelle tonalità dell’azzurro.

La Phylica Ericoides è una pianta arbustiva perenne appartenente alla famiglia delle Rhamnacee, molto diffusa nel bacino del Mediterraneo. Solitamente la Phylica Ericoides si coltiva in piena terra; è una pianta poco resistente alle temperature rigide dell’inverno. La sua coltivazione è abbastanza semplice e non richiede interventi particolari. In genere basta collocarla nella giusta posizione (meglio se in pieno) e ricordarsi di innaffiarla due o tre volte al mese. Fioritura invernale.

Erbacea perenne di origine asiatica. Produce una rosetta basale, costituita da grandi foglie di colore verde, tondeggianti, con margine ondulato, generalmente abbastanza rigide e compatte. Queste primule sono molto diffuse come piante da appartamento, soprattutto durante l’inverno; vengono spesso utilizzate come annuali, talvolta anche nelle aiuole ombreggiate del giardino primaverile. La fioritura è molto prolungata, soprattutto se si ricorda di asportare i fiori appassiti.

Appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, il Ranuncolo è un fiore semplice ma elegante proveniente dall’Asia. E’ molto ricercato per l’epoca di fioritura, che è una delle prime: fiorisce in tardo inverno o agli inizi della primavera. I ranuncoli che si trovano più facilmente in commercio sono i “orientalis”. Generalmente prediligono ambienti umidi e i loro petali variano dal bianco al giallo intenso.

Piccolo arbusto dal fogliame verde lucido, che emana un’intensa fragranza agrumata se strofinato. In primavera e in estate mostra un fogliame elegante e leggero, in settembre si riempie di grappoli di piccoli frutti rosati e più avanti, in autunno, la sua chioma diventa gialla. E’ un albero che tollera sia i grandi caldi estivi sia punte di freddo sino a circa -5° C. Va esposto in pieno sole, ma può stare bene anche in luoghi parzialmente ombreggiati.
Il terreno deve essere neutro, fertile e ben drenato perché non sopporta i ristagni d’acqua.