+39 080 8769072   info@apuliaplants.it

Prodotti

Appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, originaria delle regioni mediterranee, l’Antirrhinum è una pianta rustica perenne (coltivata come annuale o, al massimo, biennale) con fusto lignificato alla base e inflorescenze delle molteplici tonalità alle estremità. Deve il suo nome comune “Bocca di leone” alla particolare conformazione dei fiori che presentano una corolla tubulosa avente due formazioni simili a due labbra (quella superiore divisa in due lobi e quella inferiore in tre). Preferisce essere posizionata in pieno sole, e resiste bene alle basse temperature.

Pianta aromatica annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, il Basilico è orginario dell’India (dove è considerata una pianta sacra e, pertanto, non viene utilizzata in cucina), anche se si è subito diffuso in tutta Europa. La cultivar “Basilico Greco” (o “Minimum” o “a palla”) è caratterizzata da foglie verde chiaro, piccolissime e appuntite dalla fragranza particolarmente intensa e, appunto, dallo sviluppo cespuglioso a forma di palloncino. Produce i consueti fiorellini bianchi, ma viene utilizzata come piantina ornamentale o per bordure anche quando non è ancora fiorita. Non resiste alle basse temperature.

La bergenia è una piccola pianta sempreverde originaria dell’Asia; è caratterizzata da folti ciuffi di grandi foglie tondeggianti, di colore verde scuro, che diventano rossastre in autunno. I fiori presentano differenti tonalità che variano dal bianco al rosa attraversando varie sfumature. Questa specie è particolarmente adatta per realizzare bordure oppure come pianta tappezzante. Le bergenie sono specie perenni che crescono bene in qualsiasi posizione dal pieno sole all’ombra completa; non teme il freddo. Necessitano di abbondanti quantità d’acqua; un accorgimento da tenere in considerazione è cercare di evitare che il terreno asciughi troppo, quindi fornire acqua spesso.

La Cineraria “cruenta” appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed è originaria delle Isole Canarie, benchè si sia sviluppata velocemente in tutta Europa. E’ una pianta pluriennale caratterizzata da un folto cespuglio di foglie molto ampie e di colore verde intenso. Produce moltissimi fiori a forma di margherita dalle diverse tonalità, azzurro, lilla, rosa, bianco, ecc, che ricoprono tutta la pianta. Per la sua particolare fioritura abbondante e il portamento cespuglioso è ideale per creare macchie di colore in aiuole e giardini.

Appartenente alla famiglia delle Fabaceae, originario dell’Africa settentrionale, Europa meridionale e dell’Asia, il Citysus Racemosus è un arbusto ibrido sempreverde con foglie trifogliate verde chiaro e fiori profumati di colore giallo vivo, raccolti in racemi terminali. Ideale per la decorazione dei giardini di tipo roccioso e per bordure o siepi divisorie.

La Dahlia è una pianta originaria del Messico, ma ha avuto una grande diffusione in tutta Europa, grazie alla straordinaria bellezza dei suoi coloratissimi fiori a capolino. E’ una pianta da bulbo e presenta larghe foglie di colore verde intenso. I fiori di Dahlia, dalle molteplici tonalità dal bianco al giallo, rosa, fino al viola, rappresentano (originariamente nella cultura azteca) la femminilità e la gentilezza delle donne e sono, quindi, indicati per farne loro dono.

La Gazania è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae ed è originaria delle regioni dell’Africa meridionale. Presenta un cespuglio di foglie verde scuro, talvolta argentate, e produce un caratteristico fiore simile a una margherita gigante dai colori vivaci, giallo, arancio o rosa, con delle sfumature più scure sui petali (varietà “Big Kiss”). Una particolarità della Gazania è che i fiori si chiudono ogni notte e si riaprono durante il giorno successivo.

Appartenente alla famiglia delle Verbenaceae, originaria dell’America centro-meridionale, la Lantana è un arbusto perenne e cespuglioso che presenta foglie verde intenso, rugose e dentellate che, se spezzate, emanano un inconfondibile aroma. La varietà Sellowiana ha un portamento ricadente e foglie più piccole. Durante tutta l’estate, fino all’autunno la Lantana produce dei fiori tubulosi riuniti in corimbi, caratterizzati dalla particolarità di cambiare tonalità durante la fioritura, risultando, così, multicolore (anche se ne esistono varietà monocromatiche). Dopo la fioritura, compaiono delle bacche velenose quando ancora acerbe, ma commestibili una volta mature.

Comunemente conosciuta come Dimorphoteca o , anche, “Margherita africana”, appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed è originaria dell’Africa meridionale. Si presenta come un cespuglio perenne dalle foglie verde chiaro e dai moltissimi fiori simili a margherite giganti (circa 5-6 cm di diametro) variamente colorati, dal rosa al bianco al giallo, sino al viola e sfumati.

Appartenente alla famiglia delle Campanulaceae e originario dell’Asia , il Platycodon, conosciuto anche come “Campanula grandiflora” o “Campanula giapponese”, è un arbusto perenne che ha un folto cespuglio con foglie ovali, leggermente dentellate, di colore verde lucido. Produce grandi boccioli a forma di palloncino da cui sbocciano i fiori blu, bianco e, raramente, rosa. E’ caratterizzata da un’abbondante fioritura estiva e, quindi, è ideale per garantire colore nei giardini nei periodi meno “fioriti” dell’anno.

Il Plumbago è un arbusto sempreverde originario delle regioni temperate dell’Asia e del Sud America (varietà “Capensis” o “Auricolata”) e appartiene alla famiglia delle Plumbaginaceae. Ha un portamento tendenzialmente rampicante, presenta piccole foglie ovali di colore verde chiaro e produce caratteristici fiori azzurri (per questa ragione è comunemente conosciuto anche come “Gelsomino azzurro”, esiste, però, una varietà a fiore rosso, “Plumago Indica” o “Rosea”) raccolti in grandi spighe terminali.

La Rhodanthemum è una erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Asteraceae: viene coltivata sia in vaso che in piena terra per arricchire di colore giardini o aiuole. Ama posizioni soleggiate, non teme il freddo, infatti resiste fino a temperature di -10 gradi, preferisce terreni sciolti e ben drenati.
Le annaffiature non devono essere molto frequenti ma solo quando il substrato risulti asciutto.

E’ riconosciuta da sempre come la regina dei fiori, dai moltissimi significati in base alle tradizioni locali e ai colori del fiore. La pianta di Rosa appartiene alla famiglia delle Rosaceae ed è originaria delle zone temperate di Europa e Asia (la varietà “Kordana” o “mini” proviene dalla Cina). E’ un arbusto spinoso dal portamento eretto (ma può essere anche coltivata come rampicante con l’ausilio di spalliere o piramidi) che presenta piccole foglie seghettate di colore verde scuro e produce il caratteristico fiore dai molti petali vellutati e dai colori brillanti, bianco, giallo, arancio, rosa, rosso, screziato. In molte varietà i fiori sono profumati, la varietà “Kordana” si distingue, invece, per i fiori leggermente più piccoli, ma per la fioritura molto più abbondante e duratura rispetto alle altre cultivar. Per le sue caratteristiche, oltre che come pianta ornamentale, il fiore di Rosa viene anche impiegato essiccato per produrre infusi ed oli essenziali utilizzati in cosmesi.

Appartiene alla famiglia delle Saxifragaceae ed è originaria delle regioni artiche temperate. La Saxifraga Arendsii è una pianta erbacea tappezzante e perenne caratterizzata da piccole foglie allungate di colore verde intenso tra cui spuntano sottili steli che portano fiori molto resistenti a forma di stella appiattiti di colore rosso (esiste anche una varietà a fiore bianco e con foglioline più chiare, “Saxifraga Paniculata”). E’ una pianta ideale per essere coltivata nei giardini rocciosi, avendo radici in grado di attecchire anche tra le pietre.

La Surfinia è un ibrido nato in Giappone dalla sperimentazione botanica sulla più comune Petunia. Della “madre” condivide, pertanto, l’origine geografica Centro e Sud americana e l’appartenenza alla famiglia delle Solanacee. Si differenzia, però, per il portamento ricadente e per le dimensioni molto più grandi dei fiori e per i colori più intensi. Il fogliame è comunque ricoperto di peluria e leggermente appiccicoso e la caratteristica inflorescenza a trombetta sboccia solo alle estremità dei rami pendenti.

La Vite Comune è un arbusto rampicante appartenente alla famiglia Vitaceae: ha fusti che, lasciati allungare, arrivano anche a una decina di metri di lunghezza. Il tronco ha corteccia di colore marrone scuro, che si stacca in strisce longitudinali; i rametti giovani, spesso pelosi, hanno dalla parte opposta alla foglia un ricciolo flessibile (il viticcio) che permette alla pianta di attaccarsi ai sostegni. Resiste bene alla siccità, ma non al gelo.